Oltre l'età di Rita Rambelli

il blog di Rita Rambelli

rita rambelli“ L'insieme delle metodologie di analisi di grandi quantità di dati e le nuove tecnologie, inclusa l’intelligenza artificiale, offre grandissime opportunità per sviluppare nuove soluzioni per gli anziani e spingere la crescita. Puntare sugli anziani con servizi innovativi può essere un importante motore per rilanciare la crescita in un Paese che invecchia come il nostro “ lo dice Mariuccia Rossini, numero uno di Korian Italia, azienda francese quotata in borsa a Parigi, leader del settore in Europa, con un network di circa 700 strutture, 89 cliniche specializzate, e più di 3 miliardi di fatturato.

rita rambelliIl Tiedoli Day, si è svolto sabato 7 luglio, grazie ad una iniziativa della Fondazione Tommasini e del Comune di Borgo Val di Taro, per fare il punto su un progetto nato 15 anni fa dalla volontà di Mario Tommasini, con l’obiettivo di ridare dignità alla vecchiaia, che deve essere riconsiderata come una fase importante della nostra vita. Tiedoli, una delle tredici frazioni del Comune di Borgotaro, nel 1938 aveva 900 abitanti, nel 1948 ne aveva 680, oltre a due scuole elementari, una bottega alimentare con un'osteria, un monopolio di stato e l’ufficio postale. Fino agli anni 30 del secolo scorso, c’era anche un caseificio sociale, uno dei primi in tutta la regione a produrre il Parmigiano Reggiano di montagna. Nel 2000, quando si iniziò a lavorare sul progetto delle Case, a Tiedoli erano rimasti ufficialmente 75 residenti, dei quali 46 di età superiore ai 65 anni, 9 oltre i 90. In realtà, stabilmente, non vi erano più di 35 abitanti. Questa era la situazione che trovò Mario Tommasini quando arrivò a Tiedoli nel 2000, già reduce da tante battaglie vinte in favore dei cosiddetti emarginati, per i quali operò tutta la vita: i malati di mente, gli orfani, i disabili, i carcerati, donando la speranza a tanti esclusi e dimenticati.

rita rambelliÈ in pensione e guadagna 1.600 euro al mese come ha dichiarato un signore durante un'intervista al Corriere della sera tempo fa, ma con quei soldi aiuta anche i figli di 31 e 32 anni che vivono con lui: «lavorano part time in un call center, quindi per le statistiche non sono disoccupati. Ma in casa riescono a campare, fuori, da soli, non ce la fanno...».
E’ una verità che spesso con i soldi della pensione in Italia ci vivono anche figli e nipoti, perché il lavoro per i giovani non si trova, gli asili dove lasciare i bambini nemmeno. Ed ecco che i nonni diventano factotum indispensabili.

rita rambelliRutger C. Bregman (nato nel 1988) è un giovanissimo storico e autore olandese che ha pubblicato quattro libri di storia, filosofia ed economia, tra cui l’ “Utopia del Realismo: come possiamo costruire il mondo ideale” , che è stato tradotto in venti lingue. L'edizione olandese di Utopia for Realists è diventata un bestseller nazionale e ha scatenato un movimento di base che ha fatto notizia internazionale. Il suo lavoro è apparso su The Washington Post e The Guardian e The BBC.
“ Vorrei iniziare con una domanda semplice: perché i ceti svantaggiati prendono spesso decisioni svantaggiose? Lo so, è difficile rispondere: ma diamo un’occhiata ai dati. I poveri fanno più debiti, risparmiano meno, fumano di più, bevono di più, fanno meno esercizio e mangiano peggio. Perché?”

rita rambelliSe sarò tra chi vivrà a lungo, come vorrei trascorrere la mia vecchiaia? Tra le varie iniziative che si stanno sviluppando, ha attirato la mia attenzione il modello nato in Danimarca, un paese culturalmente e per mentalità molto lontano da noi, ma che mi ha sempre molto affascinato per la capacità di prendere la vita in modo semplice e rispettoso dei diritti degli altri. Per fare qualche esempio pensiamo che solo il 40% della popolazione danese possiede un’auto perché i cittadini danesi vanno tutti in giro in bicicletta o con i mezzi pubblici (e dico tutti, anche la Regina e i parlamentari).
Ovviamente non puoi andare al lavoro in banca o in Parlamento in bicicletta già in giacca e cravatta e quindi tu esci da casa vestito in modo sportivo ma quando arrivi sul luogo di lavoro hai uno spogliatoio dove puoi fare la doccia e vestirti in modo più adeguato alla professione che svolgi e poi la sera ti ricambi e torni a casa in bicicletta...!

rita rambelli“Come fornire un ambiente sicuro, pulito e bello privo di barriere fisiche ed economiche che tutti gli individui, indipendentemente dall'età, dalle esigenze speciali o dalla disabilità, possono raggiungere e godere. Insieme, stiamo facendo la differenza!" Gordon Hartman creatore di Morgan's Wonderland
A differenza di altri paesi in Italia sono ancora pochissimi i parchi giochi veramente inclusivi e quindi spesso andare al parco giochi, giocare con gli amici, condividere lo stesso spazio di gioco con i compagni: azioni semplicissime, normali per la vita quotidiana di un bambino, diventano impossibili.

rita rambelliVoi amate il mare, capitano? – Si! L’amo! Il mare è tutto. Copre i sette decimi del globo terrestre; il suo respiro è puro e sano; è l’immenso deserto in cui l’uomo non è mai solo, poiché sente fremere la vita accanto a sé. ...Il mare non è altro che il veicolo di un’esistenza straordinaria e prodigiosa; non è che movimento e amore, è l’infinito vivente.. (Jule Verne, Ventimila leghe sotto i mari)

Dal 1° gennaio del 2018 gli shopper biodegradabili e compostabili hanno sostituito i sacchetti di plastica leggeri e ultraleggeri usati per prodotti come frutta, verdura, carni e saranno a pagamento. Ma inevitabilmente, anche grazie alla campagna elettorale, è scoppiata la polemica e sui social fioccano le accuse di "nuovo balzello" per i consumatori.

rita rambelliL’obiettivo che si è posto il nuovo direttivo del Circolo PD D’Attorre di Ravenna, di cui faccio parte, è aprire le porte ai cittadini per parlare di diritti civili, incontrando le donne e gli uomini del territorio per dar loro la possibilità di parlare, esporre i problemi quotidiani e ascoltando attivamente le loro richieste di aiuto e le loro proposte. Per questo il Circolo proporrà una iniziativa al mese con l’intento di creare un network utile alla comunità per scambiarsi idee, darsi sostegno, dialogare, crescere insieme ma anche tramandare le tradizioni alle nuove generazioni divertendosi.
Promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini alla vita sociale della città significa anche fare una gestione della politica sempre più condivisa che rispecchi le reali esigenze della comunità nella convinzione che la “politica” deve tornare al suo significato originale” l’arte di governare una comunità”.

Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando ne accetti l'utilizzo.
leggi la Nota Informativa Ok