rita rambelli“ Dear Max,
Your mother and I don't yet have the words to describe the hope you give us for the future. Your new life is full of promise, and we hope you will be happy and healthy so you can explore it fully. You've already given us a reason to reflect on the world we hope you live in. Like all parents, we want you to grow up in a world better than ours today.
While headlines often focus on what's wrong, in many ways the world is getting better. Health is improving. Poverty is shrinking. Knowledge is growing. People are connecting. Technological progress in every field means your life should be dramatically better than ours today……” Priscilla e Mark Zuckerberg
Priscilla e Mark Zuckerberg il 2 dicembre 2015 sono diventati genitori di una bimba. La coppia ha deciso di chiamare la figlia Max e di dedicare il resto della sua vita per darle un mondo migliore. Il fondatore e amministratore delegato di Facebook l'ha presentata al mondo del social che l'ha reso milionario con queste parole:

"Priscilla e io siamo felici di dare il benvenuto a nostra figlia Max in questo mondo! Per la sua nascita, le abbiamo scritto una lettera sul come vorremmo che fosse il mondo in cui crescerà.Come tutti i genitori vogliamo che tu cresca in un mondo migliore rispetto al nostro. Faremo la nostra parte e non solo perché ti amiamo, ma perché abbiamo una responsabilità morale di fronte a tutti i bambini della prossima generazione". Per questo ci impegnamo a fare la nostra piccola parte e doneremo il 99% delle nostre azioni di Facebook - che attualmente hanno un valore di 45 miliardi di dollari - durante tutta la nostra vita per unirci a molti altri nel rendere il mondo un posto migliore".
Ma come è riuscito Mark a diventare, a soli 31 anni, uno degli uomini più ricchi del pianeta tanto da poter pensare di avere sufficienti risorse da poter cambiare il mondo per sua figlia? Mark Elliott Zuckerberg nasce lunedì 14 maggio 1984, in quel di White Plains, cittadina statunitense capoluogo della contea di Westchester a New York. I genitori, che sono di religione ebraica, crescono Mark e la sorella Randi a Dobbs Ferry un piccolo villaggio costiero sulle rive dell'Hudson e alle scuole medie inizia ad interessarsi a quella materia che poi lo trasformerà in uno degli uomini più ricchi del pianeta: l'informatica. Frequenta la High School di Ardsley, sempre a New York, e si diverte nella programmazione informatica di piccoli games e di programmi di comunicazione. In seguito si iscrive alla Phillips Exeter Academy, istituto scolastico superiore situato ad Exeter, nello stato del New Hampshire. Qui Mark sviluppa, oltre al suo interesse informatico, anche il suo lato umanistico perchè è interessato anche a materie classiche come la lingua latina. In questo periodo crea alcuni software di comunicazione e di tools di servizio per l'ufficio del padre, una versione digitale del Risiko e un software per la lettura multimediale, dal nome emblematico di "Synapse Media Player". Nel settembre 2002 Zuckerberg è matricola ad Harvard, ed è uno studente riservato e a volte quasi impacciato, che non fa molta vita sociale, frequenta poco le ragazze e resta spesso chiuso nella sua camera nel dormitorio.
E’ proprio dalla sua camera del campus che il 4 febbraio 2004 da avvio al prodotto destinato a diventare il social network più famoso al mondo. L’idea di Mark è quella di partecipare alla tradizione delle Università Americane di pubblicare le foto degli studenti iscritti e del personale docente, mettendole in rete con l’aiuto dall'amico e compagno di stanza Dustin Moskovitz (anche lui di origini ebraiche). Visto il successo dell’iniziativa il team di collaboratori si allarga e il portale in breve tempo diventa popolare anche tra gli studenti di altri college: Stanford, Dartmouth, Columbia, New York University, Cornell, Brown e Yale, solo per citarne alcuni. Durante l'estate di quell'anno Mark e gli amici si trasferiscono in California a Palo Alto, dove conoscono Peter Thiel, imprenditore tedesco-americano, fondatore di PayPal, convinto sostenitore l’imprenditorialità giovanile, che investe nell'idea e diventa il primo finanziatore del progetto, di cui Mark aveva appena registrato il dominio: Facebook.com. Nel 2005 praticamente tutte le università americane sono allacciate al network e poi, dato il forte successo, il portale si allarga oltre i confini degli States. Il 27 febbraio 2006 Facebook apre anche agli studenti degli istituti superiori ad ai dipendenti di alcune grandi imprese. Dall'11 settembre 2006 Facebook diventa pubblico e chiunque può registrarsi. Nel luglio del 2007 il sito di Mark Zuckerberg, nato inizialmente per mantenere i contatti tra studenti, è il primo tra i più visitati negli USA e risulta tra i primi dieci al mondo. Le richieste di inserzioni pubblicitarie e di partecipazioni lievitano di pari passo al conto in banca di Mark. Bill Gates e la Microsoft ed altri investitori acquistano quote di mercato di Facebook per cifre da capogiro. Il portale Google fa una mega offerta a Mark e soci per acquistare il pacchetto, ma viene rifiutata. Nel 2008 Forbes lo nomina il più giovane miliardario al mondo e nel 2010 il suo patrimonio personale viene stimato in quattro miliardi di dollari americani. Nel 2010 Facebook, con oltre 500 milioni di utenti registrati, è il sito più utilizzato al mondo, dopo Google; la società Facebook Inc. di cui Mark è CEO, ha un valore compreso tra i 25 e i 40 miliardi di dollari. Nel 2009, lo scrittore statunitense Ben Mezrich pubblica il libro "Miliardari per caso - L'invenzione di Facebook", e dal bestseller viene in breve tempo tratto anche il film "The Social Network" di David Fincher, dove Zuckerberg è interpretato da Jesse Eisenberg. A sole poche ore dal debutto in borsa di Facebook (valutata oltre 103 miliardi di dollari), il 19 maggio 2012, sposa Priscilla Chan, con cui era fidanzato da nove anni. Anche in occasione del matrimonio, Mark non ha mancato di stupire i circa 100 amici invitati ufficialmente a casa Sua solo per festeggiare la laurea in medicina di Priscilla.
Forse non basteranno i buoni propositi di Mark e Priscilla per fare un mondo migliore, ma voglio crederci e posterò insieme ad altri 500 milioni di utenti di Facebook il mio più sincero: HAPPY NEW YEAR !!