rita rambelli“Come fornire un ambiente sicuro, pulito e bello privo di barriere fisiche ed economiche che tutti gli individui, indipendentemente dall'età, dalle esigenze speciali o dalla disabilità, possono raggiungere e godere. Insieme, stiamo facendo la differenza!" Gordon Hartman creatore di Morgan's Wonderland
A differenza di altri paesi in Italia sono ancora pochissimi i parchi giochi veramente inclusivi e quindi spesso andare al parco giochi, giocare con gli amici, condividere lo stesso spazio di gioco con i compagni: azioni semplicissime, normali per la vita quotidiana di un bambino, diventano impossibili.

Pensiamo ai parchi gioco presenti nelle nostre città, magari attrezzati con strutture moderne e colorate, ma purtroppo quasi sempre costruiti con scalini e appigli poco confortevoli, a volte con i giochi inseriti all’interno di un’aiuola protetta da un cordolo rialzato. Tanti piccoli ostacoli, facilmente superabili da bambini e adulti abili, per alcuni (bambini o adulti con disabilità) diventano montagne insuperabili che li costringono a stare in disparte, a guardare gli altri senza poter partecipare al gioco e facendo di un’occasione di svago un ulteriore motivo di disagio e frustrazione.
Il diritto al gioco e al tempo libero educativo è ufficialmente riconosciuto a tutti i bambini dalla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ma nella realtà quotidiana è negato a chi convive con handicap psichici e/o motori, più o meno gravi.
Morgan Hartman è una bambina speciale e non se ne rende conto, ma la sua capacità di sorridere attraverso sfide fisiche e cognitive ha spinto i suoi genitori, Gordon e Maggie Hartman, a fare cose mai compiute prima per individui con bisogni speciali e le loro famiglie. Morgan non solo ha ispirato la creazione di un parco a tema unico nel suo genere, ma anche una scuola unica e altre iniziative a beneficio della comunità con bisogni speciali.
Il punto di svolta si è verificato nel 2005 quando Gordon ha osservato Morgan che voleva giocare con altri bambini in vacanza in una piscina dell'hotel, ma i bambini erano diffidenti nei confronti di Morgan e non volevano interagire con lei. Per risolvere questo problema Gordon ha deciso di creare opportunità e luoghi in cui coloro con e senza disabilità possono incontrarsi non solo per divertimento ma anche per una migliore comprensione reciproca. Ciò portò alla costruzione del Morgan's Wonderland in una cava abbandonata nel nord-est di San Antonio. Inaugurato il 10 aprile 2010, il Morgan's Wonderland è diventato il primo parco a tema al mondo progettato pensando a persone bisognose e costruito per il divertimento di tutti. Il parco completamente accessibile alle sedie a rotelle presenta oltre 25 elementi, tra cui giostre, parchi giochi e altre attrazioni colorate. Fin dall'inizio, chiunque avesse un bisogno speciale è stato ammesso gratuitamente, senza fare domande.
La fervida speranza di Morgan è che chiunque abbia un bisogno speciale - giovane e adulto, sano o malato, introspettivo o estroverso - sarà toccato in modo speciale da Morgan's Wonderland: un santuario di inclusione, un'oasi di amicizia, un paese delle meraviglie indimenticabile ... Morgan's Wonderland!
Morgan's Wonderland ha accolto oltre 1 milione di ospiti da tutti i 50 stati d’America e altri 65 paesi stranieri, che hanno partecipato gli eventi speciali. La consapevolezza di Gordon che le famiglie con bisogni speciali hanno grandi esigenze sia per le loro risorse finanziarie che per quelle emotive, ha portato il suo impegno ad ammettere gratuitamente chiunque abbia un bisogno speciale.
Nel giugno 2017, Gordon ha inaugurato una grande espansione per Morgan's Wonderland - $ 17 milioni di Morgan's Inspiration Island, il primo parco acquatico ultra-accessibile al mondo. Presenta cinque paraspruzzi a tema tropicale con numerosi elementi bagnati e la corsa River Boat Adventure. Gli ospiti con disabilità fisiche possono trasferire le loro sedie a rotelle alimentate a batteria in sedie a rotelle impermeabili per il massimo divertimento acquatico al sole.
Gordon ha anche svolto un ruolo chiave nella collaborazione con il CRIT (Children's Rehabilitation Institute of TeletónUSA), una clinica da 17 milioni di dollari vicino a Morgan's Wonderland che serve bambini con problemi neurologici, muscolari e scheletrici. Modellato dopo i CRIT di successo in Messico, CRIT USA è il primo centro di riabilitazione CRIT costruito negli Stati Uniti. Il parco svolge un ruolo importante nel processo di guarigione offrendo alle famiglie tregua dal loro regime di trattamento e la possibilità di creare ricordi in un'atmosfera divertente.
A causa della sua generosità e della sua visione, Gordon ha ottenuto numerosi riconoscimenti locali, regionali e nazionali, tra cui un dottorato onorario del lavoro sociale della Nostra Signora della Lake University. Il motto guida di Gordon è: "Insieme, stiamo facendo la differenza!"
Anche in Italia qualcosa si sta muovendo e sono stati realizzati i primi parchi inclusivi pensati per il divertimento di tutti i bambini, non importa quale sia il loro livello di abilità. Ma la strada da seguire è quella che tutti i parchi devono essere progettati come “inclusivi” .
In Italia i parchi progettati e realizzati secondo le regole dell’inclusività sono 30, ecco i 10 più famosi:
1. Il Parco Giochiamo Tutti, Formentano, a Milano, in Largo Marinai d’Italia, adatto anche a bambini non vedenti, con pannelli sensoriali, giochi di colori e percorsi tattili.
2. Il parco “Liberi tutti” a Lissone (MB), realizzato dal comune di Lissone su un’idea dell’associazione gli Amici di Lollo.
3. L’ area giochi inclusiva a Genova (Porto antico)
4. Il parco Andrea Bodo a Vercelli, in via Mazzini, realizzato dalla onlus Biud10.
5. Il parco di Fontaniva (PD) realizzato dall’associazione di ricerca e sperimentazione Billi Integration con giochi prodotti da Inclusive Play Solutions, primo produttore di attività ludiche dedicate esclusivamente a progetti inclusivi.
6. Il Parco di Palù, a Conselve (PD)
7. Il parco “Stessi Giochi Stessi Sorrisi” a Jesolo
8. Il nuovo parco giochi di Rimini progettato dal designer Fabio Casadei
9. Il parco Dragoni a Forlì
10. Il parco Salvo D’Acquisto a Palidoro

Per saperne di più potete consultare qualche sito web

http://www.parchipertutti.com/gita-al-parco-giochi-inclusivo-di-rimini/