Alzheimer e malattie dementigene sono, vista la ricorrenza, il focus nell’aggiornamento di settembre.
Ho scelto due filoni per parlarne: quali sono alcuni dei nodi per avanzare nella costruzione di nuovi percorsi assistenziali e quali sono i primi bilanci di esperienze di “domiciliarità” avviate lo scorso anno.

Nel primo ambito ho intervistato Rosanna Vagge, blogger fissa su PLV, sullo strumento da lei approntato per misurare l’intelligenza emotiva delle persone con demenza con strumenti diversi di valutazione rispetto agli attuali. Anche le “Mille parole” riflettono sugli attuali programmi di cura e riabilitazione, riproponendo un’attenzione al coinvolgimento anche degli anziani con demenza nei percorsi assistenziali.
Il secondo filone raccoglie dalle protagoniste il bilancio delle due esperienze di cohousing per anziani e anziane con demenza: Laura Valentini parla di “Ca’ Nostra”, aperta a Modena con una presenza significativa dell’Amministrazione pubblica e Laura Nave dell’Associazione DeMaison impegnata nella seconda cohousing a gestione esclusivamente privata.
Completa questo excursus sull’Alzheimer la preziosa testimonianza di Riccarda Bianco che, a poche settimane dalla morte del marito colpito dall’Alzheimer, deve riappropriarsi della sua vita.
Tra le tante iniziative di questo mese segnalo, su informazione di Rita Rambelli, quella del Comune di Ravenna per la formazione della Polizia Municipale e poi delle altre Forze dell’Ordine per aiutare anziani in difficoltà nella città.
Sempre nell’area servizi Marco Mussetta scrive della sicurezza sul lavoro degli OSS.
Poi le proposte e le segnalazioni culturali.
Diana Catellani, sull’onda del Festival del Cinema di Venezia, con tante pellicole sugli anziani racconta di un film “Ladies in lavender”, protagoniste due attempate sorelle.
Tra le mie proposte di lettura presento un libro dello scorso anno “ Al giardino non l’ho ancora detto” di Pia Pera e una riflessione congiunta di due opere di Doris Lessing “ Se gioventù sapesse” e “Amare, ancora” accumunate da un tema: donne che s’innamorano in età avanzata. Ida Accorsi allarga la nostra conoscenza del mondo delle favole.