Media

renata rizzoViviamo più a lungo, questo è vero, ma come? I nostri ‘vecchi’ sono ancora riferimento alle nostre scelte o piuttosto hanno fatto il loro tempo e vivono, appunto, in solitudine ‘quel che resta del giorno’? Soli e soprattutto di ostacolo ai più.
Questa mia riflessione ha trovato riscontro in un buon film, una commedia agrodolce, delicata e pungente, di un regista svedese. Un film che ha al suo attivo molti premi e la candidatura all’Oscar 2017 per il miglior film straniero che perse per un pelo ma non è questo il punto: in ogni forma artistica fa fede quello che ognuno di noi riesce a elaborare di quanto vede. Parlo di (A man called) Ove del regista Hannes Holm, uno dei registi più amati in Svezia, pressoché sconosciuto da noi, nelle sale italiane dall’ottobre 2017.

renata rizzoLa ghiandaia azzurra americana ( la nostra cinciallegra molto meno appariscente nei colori) deve il suo nome inglese dal verso stridulo che emette ‘ jay jay jay’ e dunque blue per il colore e jay per la voce.
E’ un uccellino che predilige i boschi di latifoglie, i giardini ed i parchi; non ama l’alta montagna. Blue jay bird 31
Possiede ali corte ed arrotondate e non intraprende lunghi voli.
La cinciarella è vivace e vispa e allo stesso tempo tranquilla, ad eccezione del periodo riproduttivo quando l’amore la rende combattiva.

Per inciso, anche la squadra nazionale canadese di baseball ha adottato il Blue Jay(s) a simbolo.

{youtube}_Mm4Ak7QBhA{/youtube}

renata rizzoSuccede molto spesso che ad avere aspettative ci si ritrovi con un pugno di mosche in mano così come può succedere l’opposto. Ecco, Truman è questo piacevole opposto, una gradevolissima scoperta.
… e quasi che non bastasse Lui, il regista, capace, culturalmente intraprendente, un sangue caldo che scorre tra l’Argentina e la Spagna, back ground formatosi a New York, l’attenzione per il buon cinema che non disdegna di fare ‘senza perdere la tenerezza’. Sto parlando di Cesc Gay, quarantottenne pluripremiato regista per questo suo ultimo film: ”Truman. Un vero amico è per sempre”.

renata rizzoIl cinema negli ultimi anni ha sdoganato con altalenanti risultati gli anziani forse perché con l'allungarsi delle aspettative di vita essi restano a tutti gli effetti dei consumatori attivi da attrarre.
Ritornano protagoniste grandi attrici (gli attori restano degli evergreen) come Charlotte Rampling in questo film della fine del 2015, ancora sugli schermi, " 45".

Milioni di visualizzazioni sul web di questo spot per la donazione d'organi della Società di volontariato argentina per la donazione e il trapianto del fegato.

{youtube}nySUhtaf2QQ{/youtube}

renata rizzoAlice Howland è una donna alla soglia dei cinquant'anni, orgogliosa degli obiettivi raggiunti.
È un'affermata linguista, insegna alla Columbia University di New York, ha una bella famiglia composta dal marito e tre figli non più piccoli : Anna, Tom e Lydia.

Ad un certo punto, nella vita di Alice, qualcosa comincia a cambiare, dapprima qualche dimenticanza ed in seguito veri e propri momenti di "vuoto" durante i quali non riconosce il posto in cui si trova. Questi eventi sempre più ravvicinati convincono Alice a ricorrere ad accertamenti medici e le viene diagnosticata una forma presenile di Alzheimer di matrice genetica.

Il 2012 é stato proclamato dall'Unione Europea " Anno Europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni".
Ottobre è il mese in cui si festeggia il ruolo svolto dal nonno all'interno della famiglia e della società in generale.
Quotidianamente il dibattito sulla crisi economica pone interrogativi cruciali sul costo della popolazione che invecchia.