×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

Dopo anni di riunioni ed assemblee, relazioni e dispense per corsi di formazione, interlocuzioni più o meno polemiche con le Pubbliche Amministrazioni ed all'interno del mondo cooperativo, era giusto metterci un punto, allineando riflessioni e strumenti di lavoro in una pubblicazione con l'ambizione d’essere organica. 

alt

N’é venuto fuori un libro composito - come recita il sottotitolo - dove ci sono idee, pezzi di una storia che merita trasmettere, insiemi di norme disperse a destra ed a manca, e - per una volta - non gli orrori burocratici con cui capita di accapigliarsi nel quotidiano, costringendoci ad una implacabile "guerriglia appaltistica", ma le buone pratiche da citare ad esempio. Ultimo, ma non meno importante, un piccolo corpus di contrattazione integrativa regionale, in una regione assolutamente esemplare per le relazioni industriali costruite nel settore della cooperazione sociale.

E' un libro rivolto a tutti gli operatori del settore:

- ovviamente le cooperatrici ed i cooperatori sociali, cui vengono forniti materiali

d’uso quotidiano, come la legislazione di settore ed una selezione di circolari amministrative che regolano la vita del settore;

- certamente agli amministratori ed al personale degli enti pubblici, cui vengono messi a disposizione una rassegna di esempi operativi, soprattutto in riferimento alle procedure di affidamento di lavori e forniture alla cooperazione sociale;

- ma anche per gli studiosi del settore ed i legislatori, cui sono rivolte le riflessioni accumulate nel corso di una lunga esperienza operativa e critica;

- ed infine per una collettività nel suo insieme, cui vanno restituiti i documenti, anche i più critici, di una storia poco conosciuta (anche se i mass media ce ne stanno restituendo un’immagine importante, quando non entusiastica).

Il tentativo del libro è di cercare di evitare un approccio parziale o, peggio, celebrativo o confermativo dei risultati ottenuti, fornendo piuttosto uno strumento operativo polivalente, con l’ambizione di mettere in relazione i tanti protagonisti, e far dialogare i vari piani di un lavoro comune. Un’impresa - appunto –di carattere ed interesse pubblico, basata sull’affiancamento alla Pubblica Amministrazione,

di migliaia di giovani (ed ormai non solo più giovani) operatori di un nuovo tipo di servizi pubblici, autogestiti attraverso uno strumento tanto tradizionale quanto versatile come la Cooperazione.

Un libro, quindi, destinato a rafforzare le conoscenze tecniche con l’autocoscienza generale di un sistema, che ha la necessità di massimizzare le politiche d’inclusione sociale e di creazione di nuovo capitale sociale comunitario, attraverso la gestione di servizi sociali, sanitari, educativi e d’inserimento lavorativo.

Il volume sarà distribuito gratuitamente alle cooperative sociali ed enti pubblici che lo richiederanno a: Legacoop Fvg, Via Cernazai, 8, 33100 Udine, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.