luisa bartorelliHa all’attivo più di 200 pubblicazioni geriatriche e alcuni libri, in particolare sulla tematica delle demenze.
Presidente del Comitato Scientifico e Consulente clinico della Fondazione Roma Sanità e Ricerca.
Direttore del Centro Alzheimer della Fondazione Roma dal 2007 al 2014.
E’ stata Presidente dell’Associazione Nazionale Alzheimer Uniti Onlus fino al 2016 e tuttora di Alzheimer Uniti Roma, alla quale è stato attribuito il Premio Formica d’Oro 2010 del Terzo Settore per il Progetto CerCo-Alzheimer.
Rappresenta AU in Alzheimer Europe e in Alliance Alzheimer Méditérranéenne.
Consigliere Nazionale della Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP) e Presidente della Sezione Lazio e consigliere della Sezione Laziale dei Geriatri Extraospedalieri e della SIN-DEM
Fa parte del gruppo del Ministero della Salute per il Piano Nazionale Demenze e del gruppo di lavoro della Regione Lazio per la sua implementazione.
Professore di Psicogeriatria, presso la Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia dell’Università Cattolica di Roma dal 1998 al 2009.
Primario Geriatra dal 1987 al 2005 (Ospedale di Sezze - Latina ’87-’92 / Ospedale S. Eugenio di Roma ’92-‘05). Direttore dell’Unità Valutativa Alzheimer della ASL Roma C dal 2000 al 2005.
Direttore del Dipartimento Tutela della Salute dell’Anziano dell’Azienda ASL RM C dal 1995 al 2005.
Fino al 2011: Coordinatore del Tavolo tecnico Alzheimer della Regione Lazio.
Socio dal 1973 della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG), ha fatto parte del Consiglio Direttivo per otto anni. Segretario della Sezione Laziale fino al 2011.
Dal 1998 al 2002 Consigliere Nazionale della Società Italiana di Neurogeriatria.
Componente della Commissione Nazionale di studio sulla malattia di Alzheimer, istituita con Decreto Ministeriale 22 febbraio 2002, coordinatrice della sottocommissione “Rete dei servizi”, quindi ha fatto parte del Tavolo Ministeriale sulle demenze, collegato alla Commissione Cure Primarie.
Ha fatto parte del Coordinamento Nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici.
Ha fatto parte del Gruppo di Lavoro per la predisposizione del Progetto Obiettivo Anziani, istituito con D. M. del 4 giugno 1999.
Ha partecipato a numerosi Gruppi Europei sull’assistenza ai malati di Alzheimer e sull’assistenza agli anziani, tra i quali il “Groupe sur l'amélioration de la qualité de vie des personnes agées dépendantes” del Consiglio d'Europa a Strasburgo.
Ha fatto parte del gruppo di lavoro dell’Assessorato alle Politiche per la Qualità della Vita della Regione Lazio, costituito per l’Anno Internazionale delle Persone Anziane (1999), con funzioni di Osservatorio sulla condizione degli anziani.
Ha partecipato alla Commissione Tecnica della Regione Lazio per l'Assistenza Domiciliare agli Anziani dell'Assessorato alla Sanità della Regione Lazio ed alla Commissione Tecnica Regionale per le Lungodegenze.
Negli ultimi venticinque anni ha effettuato una vasta attività formativa, per tutte le professioni interessate alla Gerontologia e Geriatria e in particolare all’assistenza dei malati di Alzheimer e dei loro Caregiver.
Ha al suo Vincitrice del Premio per la Bioetica 2008 dell’Istituto Universitario Internazionale Sapientia Mundi.
Le è stata assegnata la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana del Premio AACS 2010 per l’impegno professionale nel settore nella cura della malattia di Alzheimer.
Le è stata conferita la Menzione 2012 della Fondazione Don Luigi Di Liegro per l’impegno sul tema “Salute e Sanità”.
Ha ricevuto il Premio della Fondazione San Camillo-Forlanini per “Eccellenze in Sanità”, per il settore volontariato.
Vincitrice del Premio Minerva Medica nel 2016.